La lunghezza d‘onda di una sorgente laser ne definisce il colore in uscita. Combinando sorgenti laser con diverse lunghezze d‘onda, è possibile creare mix di colori o una luce bianca.
L‘occhio umano percepisce le diverse lunghezze d‘onda a diverse intensità: il verde ad esempio è molto visibile, il blu e il rosso invece lo sono molto meno (circa 1/3 rispetto al verde).
Il bilanciamento del bianco dei sistemi laser RGB con luce bianca dipende molto dai valori e dal corretto bilanciamento della potenza per sorgente di colore, in questo modo la potenza per ogni singola sorgente definisce anche la temperatura del colore dell‘uscita.